Circling

Benvenuto nella mia pagina web sul Circling dove ti spiegherò cosa potrai sperimentare durante uno dei miei workshop.

Circling riguarda lo stare insieme con la possibilità di condividere qualsiasi cosa ti sta a cuore nel momento presente. Durante il workshop avremo l’opportunità di condividere   un’attenzione incondizionata, e la possibilità di esprimere curiosità, attenzione e vera presenza. L’esporsi al gruppo, che risponderà con supporto, empatia e accettazione, ci aiuta ad accogliere un’esperienza di apertura del cuore dove può naturalmente verificarsi una guarigione. L’autentica espressione, verbale e non-verbale, di ciò che il gruppo e l’individuo al centro dell’attenzione percepiscono durante questo contatto, favorisce più autenticità nelle relazioni, empatia e ci rende consapevoli sul reale impatto che abbiamo sugli altri e che hanno gli altri su di noi. Superando le apparenze, sollevando delicatamente la maschera, siamo visti e riconosciuti per quello che siamo veramente, ci sentiamo parte di un insieme più espanso e meno soli. Il workshop é guidato in un ambiente sicuro e confidenziale.

Relazioni, un fondamento della nostra specie

Noi umani siamo creature sociali, non vaghiamo liberamente sulla Terra indipendentemente l’uno dall’altro ma prendiamo parte a numerose tipi di relazioni ogni singolo giorno. Tutta la nostra vita è segnata da relazioni, ci designiamo l’un l’altro usando termini relazionali: madre, padre, figlio, fratello, sorella, collega, vicino, coniuge, amico, compagno, nemico. È attraverso queste relazioni che si forma la nostra personalità, è in queste relazioni che viviamo le nostre vite e si costruisce gran parte del nostro benessere psico-fisico.

Il workshop relazionale

Una parte importante del laboratorio di Circling è quella incentrata sulla pratica di scambi relazionali più positivi e benevoli, che facilitino lo sviluppo delle abilità sociali e interpersonali. Il metodo fa perno su una comunicazione sincera e aperta, che ruota attorno alla connessione, la comprensione e una profonda autenticità tra due o più persone.

Attraverso l’osservazione e la condivisione di pensieri, emozioni, sensazioni, ci alleniamo ad una maggiore integrità personale, alla presenza, all’autenticità, alla connessione profonda con noi stessi e con le persone intorno a noi.  

Guarigione

Quando una persona ascolta sintonizzandosi con tutto il proprio sistema corporeo (presenza dinamica) sviluppa empatia e aumenta lo spazio di accoglimento dell’altro o accettazione. I processi di costante presenza dinamica che avvengono nel Circling aiutano a liberarci da ferite relazionali del passato, o da modelli inconsci di relazione. Con la pratica, in un ambiente sicuro e comprensivo, possono germogliare nuovi schemi relazionali.

Quei sani confini

Nel quadro della crescita relazionale si inserisce anche l’impegno a riconoscere il vero e il superfluo nei propri bisogni, nonché l’adeguato accoglimento di quelli altrui. Si diventa più consapevoli dei propri confini e si impara a esprimerli in modo non equivoco e allo stesso tempo non offensivo.

Qui e ora

Nel metodo applicato durante l’attività interpersonale è rilevante la componente di meditazione mindfulness.
L’esperienza dinamica in relazione al nostro prossimo è basata sul momento presente.
Il Circling può infatti essere considerato una meditazione relazionale condivisa.
L’attenzione al momento presente nelle nostre relazioni ci porta a percepire appartenenza e vicinanza.

Presenza, consapevolezza del se e connessione – elementi relazionali:

  • Bisogno di appartenenza

Un processo comportamentale fondamentale per gli esseri umani è l’appartenenza che ha come movente il bisogno di provare amore (compreso quello sessuale) e il bisogno di essere accettati da parte dei gruppi sociali con i quali conviviamo. L’impatto che la nostra esistenza ha sugli altri e le conferme che arrivano per esempio dall’essere visto, ascoltato e accettato da coloro con cui ci relazioniamo sono essenziali per il nostro benessere.

  • Scambio sociale

La cultura, le caratteristiche personali, le esperienze, l’ambiente sociale fin dalla nostra infanzia influenzano gli aspetti comportamentali e le relazioni interpersonali. Ricerche sulle basi neurologiche dell’attaccamento, le emozioni e i comportamenti sociali del bambino confermano come questi siano i prerequisiti per sane relazioni da adulti. Durante il workshop pratichiamo modelli di scambi più positivi, confortevoli e sinceri che contribuiscono allo sviluppo delle abilità socio-emozionali ed interpersonali.

  • Il sé relazionale

Le relazioni sono importanti per la loro capacità di aiutarci a sviluppare un senso del sé.
Il sé relazionale di un individuo consiste nei sentimenti e nelle convinzioni che egli ha di sé e che si sviluppa sulla base delle interazioni con gli altri.
Le nostre emozioni e i nostri comportamenti sono influenzati e modellati dalle relazioni, passate e presenti, e generano la qualità delle interazioni con nuovi individui in particolare coloro che ci ricordano incontri precedenti avvenuti nella nostra vita.

Le scuole 

​Integral Institute (www.circlinginstitute.com)
Circling Europe (www.circlingeurope.com)
The integral Center (www.integralcenter.org)

sono le tre scuole perno della pratica Circling, due in USA e una con base ad Amsterdam. Altre scuole sorelle stanno crescendo nel resto d’Europa, tra cui
Circling Heart – Sviluppo delle relazioni (www.circlingheart.com) a Copenhagen.
E’ qui che ho conseguito la certificazione di facilitatore.

Scopri di più

iscriviti alla newsletter , partecipa ai workshop o contattami