Ritorno aperto

Avrei voluto scrivere questa storia già quando avevo venticinque anni, quando, su un’Isola indonesiana, Bali, mi sono resa conto di avere un passato ricco e intenso, nel bene e nel male, per la mia giovane età. Un passato che valeva la pena raccontare. Mi ci sono voluti altri 25 anni per sedermi di fronte a un computer e lavorare a stretto contatto con una giovane editor, Ludovica Verdilio che, con notevole pazienza, professionalitá e a cuore aperto, mi ha seguito in questo viaggio. Questa storia è stata scritta in armonia con me stessa, cioè quando sono stata in grado di farlo mentalmente ed emotivamente. Da giovane, la mia conoscenza derivava in particolar modo dalle esperienze vissute, dai fatti, era una conoscenza tangibile, non teorica o studiata sui libri. Era quella di una ragazza che sapeva vivere, o meglio, sopravvivere. Sapevo di aver superato grandi difficoltà, di avere un carattere resiliente, di avere una famiglia per la quale, dopo e nonostante tutto, provavo un sentimento di orgoglio. Lo stesso sentimento derivava anche dal fatto di essere uscita dal mio brodo primordiale e dagli “assestamenti” successivi apparentemente indenne. I miei genitori sono stati i primi a mettermi alla prova, sono stati loro ad essere la causa diretta e indiretta di quello che poi è diventato un periodo caotico, scioccante e traumatico, non solo per loro stessi e per i figli ma anche per i genitori e i fratelli. Non li colpevolizzo perché tanti altri hanno avuto parte e da molto tempo prima, nel come gli eventi si sono poi sviluppati. I geni, si sa, quelli che definiscono la forma, le fattezze e i colori del nostro corpo, ce li portiamo dietro di generazione in generazione, sono ereditari. Non è l’unica cosa che tutti noi trasmettiamo alle generazioni successive, perché anche il sistema emotivo e mentale rimane impresso, anche quando non ne siamo consapevoli. La famiglia con la quale sono cresciuta e le esperienze singolari che ho attraversato mi hanno messo a dura prova e non solo. Ho vissuto anche sostanziali momenti di gioia, di scoperte strabilianti e di crescita positiva. singolare è stato, tra le altre cose, l’aver vissuto a stretto contatto con parenti che non avrebbero avuto così tanta influenza nella mia vita, se fossi rimasta con mia madre e mio padre. I miei familiari, oltre ai miei genitori, hanno arricchito, volenti o nolenti, nel bene e nel male, la mia conoscenza e la mia vita di esperienze intense, fin quando ho preso in mano le redini e ho avuto la responsabilità degli eventi. Per chi vive in Italia il libro è ordinabile qui: https://www.europaedizioni.com/…/ritorno-aperto-veronica-g…/ Chi vive fuori dall’Italia puó ordinare il libro mandando un messaggio attraverso questa pagina. Il pagamento del libro si puó effettuare via PayPal all’indirizzo lotusways@hotmail.com (Veronica Grandi), oppure con bonifico bancario al conto intestato a Veronica Grandi, 3306-4280601381. IBAN: DK7430004280601381 BIC or SWIFT: DABADKKK. Danskebank, Copenhagen. Il costo del libro é14.90 euro o 120 dkk. La spedizione da uno a tre libri allo stesso indirizzo in Europa o USA è di 12 euro o 90 dkk.